Blog

 

"Formare la classe dirigente di un Paese è un'azione doverosa e utile a costruire il futuro delle nuove generazioni. Per questo motivo abbiamo pensato di costruire un progetto pilota a Fiumicino con un corso gratuito di alta formazioni per giovani e amministratori della cosa pubblica. Attraverso ACAF (associazione culturale di alta formazione nata con Ettore Bernabei) e la Fondazione Foedus promuoveremo da ottobre questo corso che con relatori di altissimo livello culturale offriranno uno spaccato concreto della realtà amministrativa per una formazione a 360 gradi", con queste parole Mario Baccini, presidente ACAF e Foedus annuncia l'apertura delle iscrizioni al "Corso di formazione per amministratori pubblici e misure PNRR" che si svolgerà a partire dal 14 ottobre in presenza presso la sede dell'hotel Best western di Fiumicino. Il corso che durerà fino al 25 novembre per un impegno di due giornate a settimana, sarà gratuito e a numero chiuso per un massimo di 40 iscritti  ci si potrà iscrivere seguendo questo link https://www.acafaltaformazione.org/iscrizione-corso-amministratori-pubblici/ 

Aranova è uno dei quartieri più importanti di Fiumicino, ma anche uno con più problemi. Mancano servizi e un’idea di sviluppo. E l’attuale amministrazione comunale, guidata dalla sinistra e dal sindaco Montino, non ha fatto abbastanza per migliorare la vita dei suoi abitanti. Almeno secondo l’opposizione di centrodestra, che come possibile soluzione ai problemi del territorio punta sulla Smart City, come spiega Mario Baccini, coordinatore del centrodestra a Fiumicino in una intervista rilasciata a “Fiumicino Live” su Canale 10.

Con le elezioni politiche anticipate ormai alle porte, i riflettori sono puntati tutti sul centrodestra, dato da tutti i sondaggi e dagli analisti per favorito rispetto al Partito democratico, il cui campo largo si è ristretto con la decisione di Giuseppe Conte di non votare la fiducia al governo sul Dl Aiuti innescando un’irreversibile crisi. Ma per vincere il centrodestra deve presentarsi unito e coeso, soprattutto sul programma. Vale per le elezioni politiche, come per quelle regionali e comunali.

Caos e polemiche sulla presidente del Consiglio comunale di Fiumicino Alessandra Vona. Secondo quanto riporta oggi il quotidiano Il Tempo, la numero uno dell’Aula, presenziando a una manifestazione ad Aranova, sabato 2 luglio, ha paragonato a “ratti” “tutti gli eventuali scontenti”.

Con un anno di anticipo, a Fiumicino è già cominciata la campagna elettorale. Il Comune si sta lentamente avviando verso le elezioni amministrative del 2023, e l’ufficializzazione da parte del centrosinistra della candidatura nel mese di maggio scorso, dell’attuale vicesindaco, nonché esponente del Pd e assessore all’Urbanistica, all'Edilizia e al Personale, Ezio di Genesio Pagliuca, ha di fatto aperto la campagna elettorale.

Sconfitto su (quasi) tutta la linea, la il Partito democratico cerca di far finta d’essere sano cercando di non vedere l’esito dei ballottaggi nel Lazio. Vittoria del centrodestra unito a Frosinone con Riccardo Mastrangeli, vittoria della candidata civica di centrodestra (Chiara Frontini) a Viterbo, vittoria del centrodestra unito pure ad Ardea con Maurizio Cremonini. A Guidonia Montecelio, invece, i democratici al ballottaggio non sono proprio arrivati, lasciando la contesa al candidato civico proveniente dalla destra (ha un passato in An e amicizie in FdI) Lombardo che ha sconfitto al secondo turno il candidato del centrodestra unito e si è pure beccato i complimenti di Marco Vincenzi, presidente del Consiglio regionale che pur di festeggiare qualcosa esulta per la vittoria del candidato di destra a lui evidentemente più simpatico. Ma così vanno le cose nel Pd del Lazio, che pure ha confermato Cerveteri e vinto a Ciampino.