• L'AUTUNNO MINACCIA IL NORD DI FIUMICINO

    L'AUTUNNO MINACCIA IL NORD DI FIUMICINO

Baccini su Facebook: l'ipocrisia di Montino che critica il governo ma non spiega i fallimenti suoi, della sinistra e di Di Genesio Pagliuca

"Con cinque righette su Facebook, vergate peraltro con il consueto livore, il sindaco Esterino Montino torna a pontificare e stavolta se la prende, senza sorprendere neanche troppo, con il governo di centrodestra appena nato.

Ecco come sono fatti i comunisti: sono sempre stati così e non cambieranno mai. E, allora, a Montino e a tutti quelli come lui, bisogna ricordare qualcosa. Giorgia Meloni ha parlato di una grande operazione verità sulla situazione che il nuovo governo ha ereditato. Questo esecutivo si è insediato in autunno, a ridosso di una legge di Bilancio con risorse limitate e che non ha avuto il tempo di preparare: ha dovuto agire sulle bozze preparate dal Mef sulla base dei conti ereditati dal governo precedente. Si è deciso di agire sull’emergenza primaria, quel caro-bollette che tutti - Pd compreso - indicavano in campagna elettorale come principale emergenza per portare sollievo ai conti delle famiglie e ai bilanci delle imprese. I trenta miliardi disponibili sono stati tutti allocati per tagliare i costi di energia elettrica e gas; le altre operazioni sono state fatte con compensazioni di bilancio, cioè attraverso tagli ad altre voci di spesa. Montino, che qualcosa di bilancio dovrebbe conoscere, queste cose le sa benissimo. Ma soprattutto, Montino dovrebbe sapere bene che la disonestà intellettuale in politica non paga. Perché è assurdo prendersela con un governo in carica da quattro mesi e non dire nulla sui dieci anni di governo regionale di Nicola Zingaretti e Alessio D’Amato, sulle addizionali Irpef più alte d’Italia con cui i cittadini del Lazio pagano i buchi di bilancio regionale creati da Zingaretti e D’Amato. Montino non dice niente sul mezzo miliardo di euro di perdite delle aziende ospedaliere del Lazio, né sui circa mille pazienti che ogni giorno sostano nei pronto soccorso in attesa di un posto letto che arriverà - se arriverà - dopo giorni di attesa. Montino non dice neppure nulla sul fatto che il Lazio sia solo tredicesimo tra le Regioni italiane per i livelli di assistenza. E allora queste cose le diciamo noi, sicuri che i cittadini volteranno pagina e si libereranno di D’Amato. Allo stesso modo, i cittadini di Fiumicino in primavera hanno l’occasione di far tacere una volta per tutte Montino e il vecchio che avanza, il suo vice Di Genesio Pagliuca, che dopo aver governato dieci anni con il sindaco, si candida a prenderne la successione spacciandosi un po’ ipocritamente per novità politica, come se lui negli ultimi dieci anni fosse stato altrove, anziché al governo della città. Montino, anziché parlare di un governo neonato, spieghi ai cittadini perché a Fiumicino mancano le scuole, perché i trasporti non funzionano, perché Fiumicino Tributi è finita nel mirino della Corte dei conti, da cui ha ricevuto anche una condanna per le spese in consulenze legali. Montino e Di Genesio Pagliuca spieghino anche come hanno speso i soldi per il personale e dove sono stati reinvestiti i proventi delle concessioni urbanistiche. Montino guarda la pagliuzza nell’occhio del centrodestra e non guarda la trave negli occhi suoi e della sinistra che da dieci anni governa male Fiumicino e la Regione Lazio. Montino ha governato per anni la Regione, è stato in Parlamento in maggioranza e amministra da dieci anni Fiumicino insieme al suo fidato delfino Di Genesio Pagliuca. In tutti questa anni che risultati ha conseguito? E’ arrivato il momento di dire basta".

Lo scrive in un post su Facebook Mario Baccini, candidato sindaco di Fiumicino

Calendario

« January 2023 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31