Monday, 22 March 2021 08:18

Tutto quello che c'è da sapere sui vaccini: l'intervista a Luca Parente

Written by Redazione
Rate this item
(0 votes)

Continua, nel mondo, la corsa ai vaccini. Fra dubbi e incertezze, fra i ritardi dell'arrivo delle dosi e la sospensione di AstraZeneca, Diario Di Città ha cercato un pò di fare il punto della situazione, intervistando il Delegato a Sanità e Sociale di Forza Italia Fiumicino, Luca Parente.

Luca, quando si potrà riprendere una vita normale, secondo lei? 

Gradualmente il Lazio così come il resto d’Italia si sta avvicinando alle vaccinazioni di massa e solo dopo che il 100% della popolazione sarà vaccinata si potrà pensare a riprendere una vita normale privandosi delle mascherine e abolendo il distanziamento.

Il vaccino protegge realmente dal Sars-Cov2?

Quello che si sa è che al momento il vaccino  protegge dai sintomi della malattia ma non impedisce che una persona vaccinata si infetti (anche in maniera asintomatica) e magari lo trasmetta a propria volta a qualcun altro. Vari esempi di questo genere li abbiamo avuti come riportato da testate giornalistiche per operatori sanitari (che si sono infettati nonostante aver ricevuto la seconda dose del vaccino stesso).

Quanto dura l'immunità?

E’ un incognita: sappiamo solo che nei pazienti che sono guariti dal Covid-19 gli anticorpi persistono per almeno 6 mesi, ma gli scienziati ritengono probabile, che l’immunità  si indebolisca nel tempo, sebbene sia al momento difficile capire come e dopo quanto. È probabile che la durata limitata della protezione e la comparsa di nuovi varianti rendano necessaria una vaccinazione periodica contro il COVID-19 tipo quella antinfluenzale.

Chi è stato infettato deve comunque vaccinarsi o risulta già immune?

E’ possibile somministrare il vaccino anche a coloro (anche se ci sono delle eccezioni per alcune particolari categorie)  che hanno avuto una pregressa infezione da Sars-Cov2  purché la somministrazione stessa venga eseguita ad almeno tre mesi di distanza dall’infezione e preferibilmente entro sei mesi dalla stessa. 

Cosa ne pensa degli effetti collaterali di cui si sta molto parlando in questi giorni?

Posso dire che a mio avviso tenuto conto del rapporto benefici/effetti collaterali tutti i vaccini sono  validi compresi quelli della Johnson&Johnson che arriveranno a stretto giro.

Johnson&Johnson verrà distribuito in una sola dose. Come mai? Sarà meno efficace degli altri?

Si, probabilmente per una scelta commerciale della società produttrice verrà somministrato in un’unica dose ma non per questo sarà meno efficace degli altri.

E AstraZeneca? È un vaccino sicuro?

Purtroppo da quanto si è appreso dai media ci sono state delle morti “sospette” dopo che persone si sono sottoposte a vaccinazione con vaccino di loro produzione ed è giusto che l’AIFA si sia tutelata sospendendone la somministrazione in via precauzionale.

Come procede, passando al territorio locale, la campagna di vaccinazione a Fiumicino?

Va avanti con le stesse difficoltà che ci sono nel resto della Penisola dovuta soprattutto alla carenza di un numero cospicuo di dosi vaccinali.

Consiglieresti a tutti, quindi, di sottoporsi al vaccino?

Assolutamente si, se vogliamo riprenderci la nostra vita quanto prima non vedo alternative.

L'ultima domanda esula dal discorso relativo alla vaccinazione. Cosa l'ha colpita di più di quest'anno di pandemia?

Sapere e vedere in prima linea che persone tamponate, inizialmente asintomatiche, sono poi decedute dopo qualche giorno per colpa del virus.

Read 295 times
Login to post comments