Thursday, 20 May 2021 11:00

Sicurezza a Fiumicino, parla il primo dirigente della Questura Catello Somma: Reati in calo. Allentamento delle restrizioni? Cautela, ma nessuna demonizzazione Featured

Written by Matteo Occhiuto
Rate this item
(0 votes)

La sicurezza a Fiumicino è, da anni, uno dei temi più dibattuti. Gli abitanti del centro sul litorale, infatti, anche nelle ultime settimane, hanno vissuto momenti concitati. Più volte i cittadini hanno assistito ad episodi di violenza e micro-criminalità, come ad esempio la maxi-rissa con accoltellamento, che ha coinvolto molti giovanissimi.

Volendo approfondire lo scenario riguardante la sicurezza all'interno del comune di Fiumicino, Diario di Città ha intervistato il dottor Catello Somma, commissario della Polizia di Stato operativo presso la Questura cittadina dal 2020. Proprio in merito all'episodio di violenza tra i ragazzi di inizio aprile, Somma ha spiegato: “Sviluppi in merito non ce ne sono, dal momento che la situazione è stata definita nell’immediatezza, con la segnalazione dei responsabili all’autorità giudiziaria. Questi responsabili comunque non hanno uno spessore criminale tale da creare un allarme. Credo che ci siano svariate motivazioni alla base di quanto accaduto. Innanzitutto va detto come quanto successo non è collegabile esclusivamente al comune di Fiumicino ma ad un problema diffuso su larga scala. Questi comportamenti devianti ci sono sempre stati e ci saranno sempre, semplicemente oggi si manifestano in maniera differente rispetto al passato, anche partendo dai social”

Passando, poi, dall’episodio specifico al quadro generale della situazione sicurezza di Fiumicino, Somma ha aggiunto: “Io direi innanzitutto che la nostra città non è interessata da grossi fenomeni di criminalità, non vi sono significative organizzazioni criminali. Quelli che, in maggior parte, ci troviamo a fronteggiare sono reati di tipo predatorio, come i furti, d’auto o nelle abitazioni. Anche questi, rispetto allo scorso anno, hanno subito un calo, sia grazie al lockdown sia grazie al nostro lavoro, alla nostra presenza. I risultati si stanno vedendo, anche nell’abbattimento dei reati contro il patrimonio”.

L’estate è ormai alle porte, così come lo scioglimento di alcune delle restrizioni dovute alla pandemia. Come ci si prepara, comunque, ad affrontare una stagione estiva che vedrà sì il ritorno alla vita sociale, ma con i dovuti accorgimenti necessari. Il cui rispetto passerà anche attraverso il lavoro delle Forze dell’Ordine“Non va demonizzato chi uscirà per stare all’aria aperta e socializzare. Dobbiamo vigilare e intervenire prontamente per evitare comportamenti devianti, ma sarei molto tranquillo, lasciamo che la gente esca, naturalmente nel rispetto delle regole, senza creare preventivi allarmi. Saremo visibili e intransigenti contro i comportamenti che creano disturbo, sopratutto verso chi il territorio lo vuole vivere in maniera sana”.

Nessuna paura, quindi, deve condizionare la vita dei fiumicinesi, spiega Somma: “Non ci devono essere timori. I reati che stiamo registrando sono in calo rispetto al passato, grazie alle attività di vigilanza e polizia giudiziaria che, in partenza, scoraggiano alla commissione di reati. Che, comunque, vengono “importati”, da persone che vengono da fuori per agire in maniera deviante, senza vivere il territorio”

In più, ove sorgessero problematiche, le vie per chiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine non mancano. “Innanzitutto va pubblicizzata bene YouPol - afferma ancora Somma - che permette al cittadino, ovunque si trovi, di segnalare eventuali problematiche tramite l’applicazione, anche in forma anonima, onde evitare le paure di poter essere coinvolti. Poi ovviamente ci sono sempre, e sempre efficaci, le segnalazioni telefoniche e quelle svolte di persona”.

 

Read 227 times Last modified on Monday, 24 May 2021 14:05
Login to post comments